z

CONSEGNA IN TUTTA ITALIA entro 2/3 Giorni lavorativi
Garantiamo che le consegne vengano effettuate
con i DISPOSITIVI DI SICUREZZA
come da DPCM in vigore

Menu

Categoria
Filtra Per
Ordina Per

Pastore del Caucaso

Chiamato: Kavkazskaja Ovtcarka (Cane da Ovile)
Origine: Riconosciuto in russia
Peso: Da 65 a 95 kg.
Taglia: 75 cm M 72 cm F

CUCCE CONSIGLIATE:

MODELLO ALPI: TAGLIA E - ALANO

MODELLO ITALY: TAGLIA E - ALANO

BRANDINA CONSIGLIATA: TAGLIA EB - ALANO

Le origini di questa razza risalgono a diverse migliaia di anni fa, poiché proprio nelle steppe ai piedi della catena montuosa del Caucaso si hanno le prime forme di pastorizia, ed è appunto con lo sviluppo di questa attività che l’uomo sente la necessità di avere con sé un cane grande e forte dal carattere indomito che protegga i suoi armenti. Molti vogliono il PdC come discendente diretto del Molosso del Tibet, altre teorie lo indicano come il frutto dell’ incrocio tra gli antichi mastini mesopotamici (i diretti antenati del Pastore dell’ Asia Centrale) e i lupi della zona, questi accoppiamenti e la fortissima selezione naturale avrebbero forgiato questa magnifica razza. Il PdC come razza viene riconosciuto negli anni ’50 in Russia e negli anni ’80 dalla Federazione Cinologica Internazionale e per tanto dall’ E.N.C.I. in Italia.

  • Si tratta di un cane molto forte e coraggioso, spiccatamente territoriale. Nel caso di pericolo reale per le persone che ama può arrivare a essere molto aggressivo; Calmo, riflessivo e riservato, è comunicativo con chi gli vive al fianco ma riservato nei confronti di chi non conosce. Con i bambini è un buon compagno di giochi, a patto che non venga molestato con giochi violenti o rumorosi che trova eccessivamente fastidiosi.
  • Il Pastore del Caucaso è un cane selezionato prima dalla vita pastorale e in anni più recenti da quella militare per essere un cane dalla tempra forte, deciso, senza paura, un guerriero insomma, ma come un bravo guerriero doveva essere sempre perfettamente controllabile, altrimenti veniva letteralmente eliminato. Non bisognerà aver paura di sgridare il cucciolo se ha un comportamento sbagliato, e se non bastasse il tono della voce, una bella scrollata per la collottola , come farebbe sua madre, riporterà nei ranghi anche il più “indisciplinato”. Bisogna tenere a mente che operando sul cucciolo in maniera appropriata si otterrà un cane innamorato della propria famiglia, perfettamente gestibile e guardiano incorruttibile. Il rapporto con i bambini è molto buono ma un PdC non andrà mai lasciato solo con bimbi troppo piccoli, non per problemi di aggressività, ma perché con la mole che ha in un momento di esuberanza potrebbe comunque far male nel tentativo di giocare.
  • Cura del mantello: Questa razza può presentare tre varietà di mantello, corto, intermedio e lungo tutte caratterizzate da foltissimo sottopelo che la proteggono da qualunque avversità climatica. Tutte le varietà necessitano di essere spazzolate a fondo durante la muta e con regolarità almeno ogni 10 giorni, per la varietà a pelo lungo una rapida spazzolata giornaliera nella zona delle orecchie, delle frange sulle zampe e della coda eviterà il formarsi di nodi che se trascurati possono diventare “corde” eliminabili solo con il taglio. E consigliabile non lavare spesso il cane soprattutto se vive in zone dal clima rigido , altresì un bagno nel periodo della muta primaverile aiuta la caduta del pelo morto favorendo una più rapida ricrescita del pelo nuovo. Il nome dello splendido esemplare è Elbrus, come il nome di un monte situato nella zona del Caucaso.
  • I colori prevalenti sono il grigio di varie sfumature, rossiccio, paglia, bianco, bruno-rossastro, pezzato o maculato. Il colore nero è considerato un gravissimo difetto.
  • Le orecchie invece sono poste in alto e generalmente tagliate corte.
  • La coda ha un'attaccatura alta e pendente verso il basso. Ha forma di falce o di uncino.

Questo sito fa uso di cookie propri per migliorare la tua esperienza di navigazione e di terze parti per inviarti messaggi promozionali in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni e modificare le impostazioni dei cookie, clicca qui. Se clicchi sul tasto “OK” o se prosegui nella navigazione accetti l’uso dei cookie.