z

CONSEGNA in tutta ITALIA entro 2/3 Giorni lavorativi

Menu

Categoria
Filtra Per
Ordina Per

Shar-Pei

Chiamato: Cane da combattimento cinese
Origine: Cina
Peso: Da 15 a 20 kg.
Taglia: 40/51 cm.

CUCCE CONSIGLIATE:

MODELLO ALPI: TAGLIA C - SETTER

MODELLO ITALY: TAGLIA C - SETTER

BRANDINA CONSIGLIATA: TAGLIA CB - SETTER

È originario della regione tibetana anche se si è sviluppato soprattuto ad Hong-Kong. Qui è stato per lungo tempo impiegato nelle arene per combattere contro altri cani, fino a quando fu scoperto da un americano. La razza, intorno agli anni '40-'50 del secolo appena concluso, rischiò addirittura l'estinzione. Colpa di una legge voluta da Mao Tze Tung (1947) che impose una tassa altissima sui possessori di cani (in un certo senso toglievano il riso di bocca ai bambini cinesi affamati dall'imminente guerra). La razza fu salvata da due cinologi cinesi che fecero appello agli Stati Uniti perché la adottassero. Così avvenne e gli Stati Uniti possono pertanto essere considerati la patria adottiva dello Shar-Pei.

  • La testa presenta un cranio piatto e piuttosto grande, ma sempre in armonia con il resto del corpo. Fronte e guance sono caratterizzate da una profusione di sottili rugosità che si protraggono in basso fino a formare una pesante giogaia. Il petto è largo e profondo. Il dorso corto. La linea superiore del tronco è leggermente avvallata dietro il garrese, per poi risalire in direzione del punto di inserimento della coda, collocata molto alta rispetto al rene.
  • Il nome col quale è anche conosciuto, Cane da combattimento cinese, la dice lunga su questo molossoide che conserva nell'animo molto della primigenia stirpe guerriera. In casa dimostra di essere un guardiano discreto e attentissimo, molto difficile da sorprendere da parte di eventuali malintenzionati. Con gli estranei non dà molta confidenza e riserva un affetto profondo (ma non troppo ricco di smancerie) nei confronti del proprietario. Con i bambini è poi piuttosto paziente. Attenzione, però: il suo carattere ancora oggi piuttosto ostico richiede al suo fianco un padrone dal polso fermo e in grado di tenergli testa con intelligenza ma anche sensibilità.
  • Nell'ambiente sanitario è considerato "il cane dei veterinari" dal momento che può andare incontro a diverse patologie e comunque richiede molte attenzioni. Il mantello, in primo luogo, dovrà essere pulito in modo approfondito tra le pieghe della pelle, per evitare che si formino accumuli di polvere o sporco che possono dare origine ad eventuali infezioni. Sono poi caldamente raccomandati dei bagni medicati contro i parassiti.
  • Nero, focato, marrone scuro, beige, crema, spesso con sfumature degradanti..
  • Piccole, piuttosto spesse e a forma di triangolo equilatero.
  • Spessa e rotonda alla base, progressivamente più sottile fino a una punta affusolata. Può essere portata: arrotolata, ad anello poco chiuso, incurvata al di sopra del dorso.

Questo sito fa uso di cookie propri per migliorare la tua esperienza di navigazione e di terze parti per inviarti messaggi promozionali in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni e modificare le impostazioni dei cookie, clicca qui. Se clicchi sul tasto “OK” o se prosegui nella navigazione accetti l’uso dei cookie.